sabato 21 giugno 2014

La dipendenza da Internet...


Cos'è il Disturbo da Dipendenza da Internet?

E' una condizione psicologica caratterizzata da un forte ed insistente desiderio di connettersi al Web. Il soggetto aumenta progressivamente il tempo in rete tanto da compromettere la propria vita: perde le amicizie, trascura il proprio corpo e le attività da sempre svolte. Una persona dipendente da Internet prova irritabilità, depressione o instabilità emotiva quando l’uso di internet viene limitato, mente ad altre persone circa il tempo che passa su internet e usa spesso la rete come strumento di regolazione delle emozioni negative quali senso di solitudine e tristezza.

Questa dipendenza può interessare svariati ambiti tutti connessi alla rete: la dipendenza da social network (Facebook, Twitter…); la dipendenza sessuale da internet (sesso virtuale e pornografia); la dipendenza da giochi di ruolo e giochi di svago on line; la dipendenza da acquisti on line (shopping compulsivo, aste on line, borsa on line) ed ultima, ma purtroppo non meno presente, la dipendenza da giochi d’azzardo on line.


Il fenomeno è ampio e in larga diffusione, può coinvolgere tutti, dagli adolescenti agli anziani, è talmente eterogeneo che riesce a toccare tutte le fasce d’età.

Come affrontare il problema? Spesso i portatori della richiesta di aiuto non sono i diretti interessati quanto i familiari: partner o amici si rendono conto del disagio che vive il soggetto e lo spingono a cercare una soluzione. 

Grazie all’aiuto di uno psicologo è possibile analizzare la dipendenza e strutturare un percorso ad hoc che permetta al soggetto di riacquistare tutte le attività sociali, lavorative o scolastiche che la sua vita abitualmente prevedeva.

Presso il nostro Centro Familia di Melegnano, psicologi e psicoterapeuti sono disponibili per sostenere tutti coloro che vorranno risolvere definitivamente il problema della dipendenza da Internet.

Per info:
info@centrofamilia.it - 02.86.87.51.63 - 02.86.87.51.64

www.centrofamilia.it

Un saluto.
Dott.ssa Monica Pirola




Nessun commento:

Posta un commento